Le responsabilità del direttore lavori

la responsabilita del direttore lavori

Direttore lavori: chi è e di cosa si occupa

Il direttore dei lavori è la figura che si occupa di far attuare la corretta e regolare esecuzione del prodotto finale, funge da tramite tra committente e appaltatore e collabora alla realizzazione di un’opera edilizia a regola d’arte oltre che controllare che tutti gli adempimenti vengano rispettati (come nel caso del Superbonus). Egli deve avere conoscenze in campo economico, tecnico-legale ed etico-professionale, in quanto è a chi si occupa della direzione lavori che spetta il coordinamento delle fasi dell’opera e delle figure che collaborano alla sua realizzazione, verificando la fattibilità del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo, controllando il cantiere in prima persona con visite periodiche, in una quantità definita dal D.L. stesso in base alle esigenze specifiche del caso.

Il direttore dei lavori è una figura che compare, non solo in ambito di opere edilizie pubbliche, ma anche per quelle commissionate da privati.

Le responsabilità del direttore dei lavori

Il direttore dei lavori ha responsabilità non solo in campo tecnico, ma anche penale e civile.

Egli, collaborando con il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione (CSE), è colui che deve accertarsi che gli addetti applichino e rispettino le norme di sicurezza in ogni situazione; solo svolgendo perfettamente tale compito, il direttore dei lavori potrà essere esonerato da qualsiasi responsabilità in caso di incidenti.

Il direttore dei lavori è tenuto a sorvegliare il cantiere, accertandosi che le strutture e l’intera opera siano eseguiti a norma di legge, perciò conformi alle normative vigenti (siano esse strutturali, di sicurezza, urbanistiche, igieniche, etc.).

I compiti del direttore lavori

 Prima di accettare l’incarico, il direttore dei lavori deve assicurarsi della correttezza tecnica e progettuale e deve accertarsi della validità dei nulla osta amministrativi regionali, provinciali, comunali, ambientali, strutturali, etc. In caso di difformità, è tenuto ad avvertire la committenza;

  • In caso di opere private, è il direttore dei lavori a bandire l’eventuale gara d’appalto, ad aggiudicare i lavori all’appaltatore e a stendere il contratto. In caso di opere pubbliche, invece, è il Responsabile Unico del Procedimento (RUP) a curare le procedure inerenti alla gara d’appalto, mentre il direttore lavori inizierà ad operare – con la ‘consegna dei lavori’ – dopo la firma del contratto di appalto e il decreto di approvazione;

È compito del D.L. assicurarsi che l’impresa vincitrice sia in regola e munita delle iscrizioni necessarie (si tratti di assicurazioni contro infortuni, INPS, INAIL, etc.);

  • Segue la consegna dei lavori sopracitata, atto con il quale il committente, rappresentato dal direttore lavori, mette a disposizione dell’appaltatore i luoghi di realizzazione del progetto;
  • La consegna del cantiere viene firmata sia dal D.L. che dall’appaltatore e tale documentazione attesta il momento in cui scattano i ‘tempi di consegna’ (si faccia riferimento a quelli scritti nel contratto e nel capitolato d’appalto);
  • Segue la fase contabile – facoltativa in caso di opere private, obbligatoria in caso di opere pubbliche – fase di verifica e registrazione di tutto ciò che può comportare una spesa per la realizzazione del progetto;
  • Si verificano, quindi, i prezzi dell’appalto, che sono fissi ed invariabili, salvo situazioni eccezionali in cui si può verificare una variazione di costo dei materiali in un range del 10% in eccesso o in difetto rispetto alla cifra stimata inizialmente;
  • È il momento di stabilire precisamente l’area di cantiere, i suoi confini, l’entrata principale in cui venga esposta la cartellonistica riguardo alla sicurezza etc., in modo che il D.L. possa comunicare alle autorità competenti l’inizio dei lavori.

I documenti redatti dal direttore dei lavori

 Verbale di consegna del cantiere: a partire dalla data riportata su tale verbale hanno effetto i termini contrattuali per l’esecuzione dell’opera;

  • Certificato di inizio lavori: da inviare al sindaco per certificare l’inizio lavori e la validità delle procedure;
  • Certificato di sospensione, ripresa e ultimazione lavori: determina i tempi di realizzazione dell’opera;
  • Giornale dei lavori: il resoconto di ogni giornata lavorativa. Nel caso in cui fosse redatto dagli assistenti del D.L, il direttore lavori è tenuto a controllarlo ogni dieci giorni, per verificarne correttezza e attendibilità;
  • Ordine di servizio: documento per richiamare l’impresa alla disciplina in caso di negligenze;
  • Varianti: si tratta di possibili varianti in corso d’opera che, in caso di opera privata, sono legate regolate basate sul contratto e vengono decise in seguito a una trattativa tra D.L e appaltatore. In caso di opera pubblica, ci si rifà al codice appalti.

 Contabilità dei lavori

Il direttore lavori è obbligatoriamente incaricato di occuparsi della contabilità – redigendo documenti ufficiali – solo in caso di appalto pubblico.

Collaudo

Con il collaudo, il committente ha la garanzia del controllo sull’operato sia dell’appaltatore sia del direttore dei lavori, il cui compito cessa con l’assistenza al collaudo.

Il collaudo può essere:

  • Statico, per gli edifici con struttura metallica o in calcestruzzo armato;
  • Amministrativo, in caso di opere commissionate da enti pubblici;
  • Finale, per le opere soggette a SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività, dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva).

Se l’opera in questione non supera € 200.000,00 in caso di committenza privata, e € 500.000,00 in caso di committenza pubblica, il collaudo è sostituito dal certificato di regolare esecuzione, emesso dal direttore dei lavori.

In caso di collaudo positivo (o di certificato di regolare esecuzione positivo), le somme vincolate ad ogni SAL (Stato Avanzamento Lavori, documento amministrativo-contabile redatto dal D.L) vengono svincolate e il direttore dei lavori procede alla liquidazione degli onorari dell’appaltatore.

Ricapitolando sinteticamente le mansioni del Direttore Lavori

Incombenze obbligatorie, preventive all’accettazione dell’incarico

  • Verifica della correttezza dimensionale, tecnica e tecnologica del progetto
  • Verifica della validità di autorizzazioni e nulla osta necessari
  • Verifica delle qualità del terreno adibito a progetto
  • Verifica dei dimensionamenti strutturali e impiantistici
  • Verifica del rilievo dell’area o edificio/stabile/immobile di intervento
  • Verifica della presentazione del documento di inizio lavori

Verifica mansioni del progettista in fase progettuale

  • Verifica dei capitolati d’appalto
  • Esecuzione gara d’appalto (solo con committenza privata, spetta al RUP in caso di opera pubblica)
  • Assegnazione dei lavori (RUP in caso di opera pubblica)
  • Predisposizione del contratto d’appalto (RUP in caso di opera pubblica)

Attività svolte dal direttore lavori all’atto della consegna dei lavori

  • Illustrazione del progetto all’appaltatore e consegna della copia delle autorizzazioni necessarie
  • Consegna dell’area di cantiere
  • Compilazione del verbale di consegna
  • Determinazione dei confini di cantiere
  • Verifica dello stato del luogo di cantiere e delle aree confinanti
  • Tracciamento regolare dell’opera

Attività svolte dal direttore lavori in corso d’opera

  • Verifica del regolare avanzamento dei lavori
  • Controllo del rispetto delle norme di sicurezza
  • Redazione o controllo del Giornale dei Lavori
  • Emanazione di verbali di sospensione e ripresa lavori
  • Emanazione ordini di servizio in caso di negligenze
  • Compilazione documenti contabili e amministrativi
  • Verifica della qualità dei materiali utilizzati dall’appaltatore
  • Controllo dei documenti di cantiere
  • Redazione degli stati d’avanzamento
  • Redazione e richiesta di eventuali Varianti
  • Verifica delle Varianti
  • Richiesta di demolizioni di opere non previste nel contratto
  • Concessione di proroghe per cause di forza maggiore
  • Redazione verbali di riunione
  • Preparazione documentazione da consegnare al collaudatore
  • Assistenza al collaudo

Attività svolte dal D.L. al termine dei lavori

  • Emissione del certificato di ultimazione dei lavori
  • Compilazione e relazione conto finale
  • Comunicazione dell’ultimazione dei lavori alle Autorità competenti
  • Redazione del certificato di regolare esecuzione
  • Allestimento del fascicolo completo dell’opera

Approfondimento a cura di Inside Project, studio di architettura veronese e architetto online.